Paesaggi digitali: i materiali

cattura

Ai seguenti link sono visionabili e scaricabili i materiali dell’ultimo incontro del corso P come Paesaggio (Paesaggi Digitali, con Pierluigi Feliciati e Teresa Magnaterra). Buona lettura e… buone pratiche!

Feliciati

Magnaterra

Annunci

27 febbraio: Paesaggi digitali

bozza-locandina-corso-paesaggi-2-3-incontroIn vista dell’ultimo incontro del corso “P come Paesaggio – Competenze per la contemporaneità”, con Pierluigi Feliciati e Teresa Magnaterra, dedicato ai Paesaggi digitali, che si terrà lunedì prossimo, 27 febbraio, alle ore 16.00, pubblichiamo un abstract dell’incontro preparato dal Prof. Feliciati e la scheda di un progetto dell’Università di Macerata legato ai temi dell’incontro. Per visualizzare e scaricare il materiale è sufficiente fare click sui seguenti link.

abstract-feliciati

progetto-ecosistema-digitale-unimc

 

cattura

Paesaggio e patrimonio culturale – materiali preparatori all’incontro

Montemonaco 1420: lo scrittore francese  Antoine de la Sale, al seguito della casa d’Angiò, compie un vdelasalleiaggio che da Montemonaco lo porta alla grotta della Sibilla, dove però si ferma, senza entrare. Il racconto di viaggio, conservato nel manoscritto Le Paradis de la Reyne Sibylle, oggi nel Musée Condé di Chantilly (vicino Parigi), contiene diverse miniature: una rappresentante il paesaggio appenninico, altre che illustrano  le tappe del suo cammino.

La lettura e l’interpretazione di queste immagini sollevano una serie di questioni e di domande, che saranno alla base dell’incontro con Giuseppe Capriotti e Simone Frontini:

Che relazione c’è tra il paesaggio visto e quello rappresentato?

Nella rappresentazione artistica vince lo schema o l’osservazione del dato reale?

Può una leggenda influenzare la raffigurazione del paesaggio? O è solo la conformazione del paesaggio che facilita la creazione di leggende?

Puoi esprimere le tue opinioni e riflessioni in merito nei commenti.